Home > Archivio > 04/05 - 2011 > L’uomo, un insieme aperto
SCIENZA
tratto dal n. 04/05 - 2011

L’uomo, un insieme aperto




Il cammino e i progressi della fisica dal 1944 a oggi, visti con gli occhi di chi vi ha contribuito in prima persona, accanto ad altri prestigiosi protagonisti. Questo il lettore troverà nel volume autobiografico del professor Giorgio Salvini, nato a Milano nel 1920. Docente universitario di Fisica sperimentale, generale e delle particelle elementari, con una lunghissima carriera di ricerca in Italia e all’estero, è stato presidente dell’Istituto nazionale di fisica nucleare, ministro della Ricerca scientifica e presidente dell’Accademia dei Lincei.
Nella prima parte del libro Salvini ripercorre le proprie esperienze di studio e di lavoro: da giovane maestro elementare a ricercatore di Fisica, dagli studi teorici agli anni del sincrotrone di Frascati (un fiore all’occhiello della storia della fisica italiana). E poi l’esperienza del Cern di Ginevra e quella politica. Nella seconda parte, che dà il titolo al libro, Salvini riflette sul senso della ricerca dell’uomo: sono pagine stimolanti, nelle quali l’autore delinea ciò che riesce «a credere di libero e aperto», un aggettivo, quest’ultimo, tanto importante in matematica quanto nella nostra vicenda umana.



Español English Français Deutsch Português