Home > Archivio > 09 - 2011 > Il conforto di un’amicizia cristiana
CANONIZZAZIONI
tratto dal n. 09 - 2011

La corrispondenza Ferrari - Conforti

Il conforto di un’amicizia cristiana



padre Rino Benzoni superiore generale dei Saveriani


Quando due santi si incontrano, spesso si instaura tra di loro un rapporto profondo, basato sul fatto che entrambi vivono la realtà sotto la particolare luce della volontà di Dio e vibrano all’unisono di fronte al suo modo, per noi strano, di pensare e di agire.

Ma è anche interessante notare che tale orientamento forte verso Dio spesso fa nascere tra di loro un’amicizia umana fruttuosa per entrambi. Essi, magari senza volerlo, si sostengono nel cammino della vita, aiutandosi l’un l’altro a scoprire quello che Dio vuole da loro.

Questo è stato senz’altro vero per il cardinal Andrea Carlo Ferrari e monsignor Guido Maria Conforti, suo seminarista e in seguito, come lui, vescovo della Chiesa italiana. Due caratteri molto diversi ma, proprio per questo, capaci di una profonda complementarità e di una vera unione spirituale per il bene del popolo di Dio loro affidato.

In occasione della canonizzazione di monsignor Conforti, possiamo umanamente affermare che senza l’influsso di Ferrari fin dalla prima giovinezza, probabilmente Guido Conforti non sarebbe stato uno dei vescovi più significativi della Chiesa italiana dell’inizio del XIX secolo e magari nemmeno sarebbe diventato santo.



Español English Français Deutsch Português